L’Ordine dei giornalisti della Lombardia entra nel “Patto per Milano” con Comune e Prefettura

L’Ordine dei giornalisti della Lombardia ha aderito al “Patto per Milano” promosso dalla Prefettura e da Palazzo Marino per uscire dall’emergenza del lockdown. Il presidente Alessandro Galimberti, d’intesa con i presidenti della Consulta delle  Professioni di Milano (dieci categorie professionali rappresentate) ha siglato la proposta avanzata dal sindaco Giuseppe Sala e dal prefetto Renato Saccone, proposta che prevede un pacchetto coordinato di modifiche degli orari della città per permettere la ripartenza delle scuole a gennaio e impedire il sovraffollamento dei mezzi pubblici, potenziale acceleratore della pandemia. L’Ordine dei giornalisti lombardo ha aderito al Patto insieme agli Ordini professionali dei commercialisti, avvocati, medici, psicologi, notai, ingegneri, farmacisti, consulenti del lavoro e geometri attraverso la “Consulta dei presidenti dell’Osservatorio delle professioni”. L’Ordine dei giornalisti della Lombardia, dal canto suo, ha già adeguato da tempo l’organizzazione del lavoro del personale dei propri uffici in modo tale da garantire l’accesso ai servizi da parte degli iscritti nel pieno rispetto delle normative dettate dalle autorità sanitarie.

In allegato il pdf del comunicato stampa diramato alle agenzie di stampa da parte della Consulta.
Patto per Milano