Aree di crisi: un press badge anche per i non iscritti

Approvato il regolamento che permetterà a chi svolge attività giornalistica di ottenere un’attestazione, di validità e durata provvisorie, in italiano e in inglese.

Un press badge per le aree di crisi: guerre, operazioni di peacekeeping, colpi di Stato, elezioni politiche in aree difficili, catastrofi naturali. Il Consiglio dell’Ordine della Lombardia ha predisposto un press badge, in italiano e inglese, in formato cartaceo ed elettronico, di durata e validità limitata, rinnovabile, da poter usare all’estero in occasione di specifici eventi. Il documento potrà essere chiesto una volta esaurita la fase di applicazione delle nuove norme.
Il badge sarà disponibile anche per coloro che, pur svolgendo attività giornalistica (in tutte le sue dimensioni) non è ancora iscritto negli elenchi dell’Albo (ed ha domicilio lavorativo prevalente in Lombardia. Sarà necessario aprire un fascicolo provvisorio, con la consegna di 10 articoli a propria firma. La procedura non crea diritti ai fini della successiva iscrizione, ma il fascicolo potrà essere arricchito nel tempo. Il richiedente si impegnerà al rispetto delle regole deontologiche prescritte per tutti i giornalisti.