Troupe Tg5 aggredita e minacciata da manifestanti ‘no green pass’. Galimberti (Odg Lombardia) scrive al questore di Milano: “Punire i responsabili e garantire la sicurezza ai cronisti”

Ieri sera durante la manifestazione “no green pass” sono stati aggrediti e minacciati il collega del Tg5 Enrico Fedocci e la sua troupe. Il presidente dell’Ordine dei giornalisti Alessandro Galimberti, in merito a questo episodio, ha inviato una lettera al questore di Milano, dottor Giuseppe Petronzi, sollecitando un suo intervento a garanzia del diritto di cronaca e della incolumità dei giornalisti durante lo svolgimento del loro lavoro. “I fatti accaduti durante il corteo ‘no green pass’, con l’aggressione e le minacce al collega, superano un confine molto pericoloso – segnala Galimberti – La libertà di manifestazione e financo il diritto di critica verso i cronisti non possono tollerare esplosioni di violenza organizzata e mirata contro professionisti che stanno svolgendo il proprio lavoro in pubblico, senza alcuna difesa da aggressioni e malintenzionati. Le chiedo pertanto – prosegue Galimberti – nel Suo ruolo di responsabile dell’ordine pubblico provinciale, di elevare il livello di attenzione contro gli agitatori di piazza, di individuare i responsabili dei gravi episodi di ieri sera e di garantire per il futuro condizioni adeguate per la tutela dei colleghi portatori del diritto dovere di informare la cittadinanza”.

In allegato la lettera che il presidente dell’Ordine dei giornalisti della Lombardia, Alessandro Galimberti, ha inviato al questore di Milano, Giuseppe Petronzi.

Lettera Galimberti al questore 24.10.21